4 messaggi di speranza per tutti i genitori

Ecco 4 messaggi di speranza e incoraggiamento per genitori, liberamente tratti dalle parole di Daniel J. Siegel, che voglio condividere con te per quei momenti difficili che tutti noi, inevitabilmente, ci troviamo ad affrontare nel crescere i nostri figli.

Più volte ti ho raccontato come l’approccio di Genitori e figli felici ti consente di interagire con tuo figlio in modo molto più tranquillo e amorevole quando si rendono necessari interventi “disciplinari”. Questo approccio non solo ha effetti positivi per il bambino, per il suo futuro e il suo rapporto con noi ma di fatto agevola la nostra vita perché favorisce la collaborazione da parte sua.

Nonostante tutto questo, persino quando si hanno le migliori intenzioni e si applicano consapevolmente metodi educativi, capita che, dopo aver posto un limite, tutti si sentano pieni di rabbia, disorientati e travolti dalla frustrazione.

 

 

1° messaggio di speranza:

NON CI SONO BACCHETTE MAGICHE

 

“Possa io avere il coraggio di cambiare ciò che può essere cambiato, la serenità di accettare ciò che non posso cambiare e la saggezza per comprendere la differenza.” (Cit. Preghiera della serenità)

 

Ci saranno situazioni in cui tuo figlio starà male e tu non potrai fare davvero nulla per sistemare in quel momento le cose. Puoi restare calmo e amorevole, connesso con il tuo maestro interiore e aperto a capire l’esperienza di tuo figlio. Puoi attingere alla tua creatività ma, nonostante tutto, potresti non riuscire comunque a migliorare le cose. In questi casi non possiamo far altro che offrire la nostra presenza mentre i nostri figli vivono le loro emozioni. Se tuo figlio ti dice che vuole restare solo, puoi rispettare la sua richiesta riconoscendo ciò di cui lui ha bisogno per calmarsi.

Questo non significa che dovrai lasciare il bambino da solo a piangere per lunghi periodi e nemmeno che dovrai smettere di trovare strategie diverse; Ad esempio, chiedere aiuto al padre o ad un’altra persona di riferimento affinché, cambiando la dinamica, tuo figlio si calmi potrebbe essere una saggia idea. Poi potresti tornare tu a parlare con tuo figlio dell’accaduto.

Se sei in auto e i tuoi figli stanno litigando, non sei nella condizione migliore per mettere in atto una disciplina efficace, quindi potresti semplicemente prendere atto della situazione e dire ad esempio: “Non è il momento adatto per parlare di quello che è successo. Siete tutti due arrabbiati e anche io lo sono, è meglio che ci mettiamo ad ascoltare la musica.”

A volte non c’è nessuna bacchetta magica. Se, dopo aver fatto del tuo meglio, tuo figlio non riesce a calmarsi, non significa che sei un cattivo genitore :).

 

2° messaggio di speranza:

SBAGLIANDO… SI INSEGNA

 

Tutti noi commettiamo continuamente errori, non siamo cattivi genitori, siamo solo esseri umani.

Certe volte ti comporterai bene e sarai fiero di essere riuscito a dimostrarti amorevole, comprensivo e paziente. In altri casi, ti abbasserai al livello di tuo figlio agendo proprio quegli atteggiamenti infantili che più ti fanno arrabbiare.

Ti è mai capitato di sentirti frustrato per il comportamento di tuo figlio da dire a gran voce (magari un po’ più forte del necessario): “Adesso basta! Il prossimo che si lamenta per il suo posto a sedere in macchina può andare a piedi!“. Oppure “Se fai un altra cosa del genere, te ne pentirai!“, “Eccolo, il sapientone.”, “Tu non giochi più!“…….

Ovviamente, non sono modi ottimali di educare un bambino. Se sei come me, potresti essere molto duro con te stesso quando ti accorgi di non riuscire a gestire bene come vorresti la situazione. Per questo ti consiglio la meditazione “Perdono me stesso” che è in omaggio con il mio video corso ;).

Ecco il messaggio di speranza: questi momenti, in cui noi genitori non diamo il meglio, sono straordinariamente utili!

Ti starai domandando, perché?

Perché le nostre reazioni incoerenti e scombinate ma del tutto umane, danno ai figli l’opportunità di affrontare situazioni difficili e quindi di acquisire nuove abilità. In questi casi i figli devono imparare a controllarsi anche se noi siamo fuori controllo e infine ci vedono dare l’esempio di come si chiede scusa e si sistemano le cose. Tuo figlio imparerà a non avere paura dei contrasti, ad avere fiducia nel fatto che al conflitto seguiranno la rappacificazione e la riconciliazione. Capirà che tu non sei perfetto e quindi non si aspetterà la perfezione neppure da se stesso.

Diverso naturalmente è l’abuso fisico o psicologico. Diverso è il caso in cui i genitori con il proprio comportamento danneggino la relazione o spaventino il proprio figlio in modo significativo. Queste esperienze possono avere effetti molto negativi per i bambini e in questi casi è necessario che si chieda aiuto ad un terapeuta che possa aiutare i genitori a far sentire i figli al sicuro e protetti.

Ma, se ti prendi cura del rapporto con tuo figlio e ripari alle eventuali rotture, potrai essere meno duro con te stesso, perché saprai che, nonostante avresti voluto agire diversamente, hai insegnato a tuo figlio l’importanza di riparare e riconciliarsi.

Quando accogli e ami te stesso con le tue imperfezioni, magari sorridendoci anche su, insegni a tuo figlio ad amare.

 

3° messaggio di speranza:

POSSIAMO SEMPRE RICONCILIARCI

 

Non puoi pensare di non avere contrasti con i tuoi figli. Incomprensioni, discussioni, desideri in conflitto e limiti porteranno delle rottura nel rapporto con tuo figlio. Anche più volte al giorno!!!

Certe volte sono di lieve entità, altre sono più profonde. Non si possono sempre prevenire e dipendono dai problemi che puoi avere tu in quel momento, dal temperamento di tuo figlio, dall’intreccio della tua storia personale e delle caratteristiche di tuo figlio e dal fatto che può ricordarci qualcosa del nostro passato che non abbiamo ancora elaborato.

Il problema in questi casi è che non sempre affrontiamo le rotture che si creano con i nostri figli. Spesso le ignoriamo.

Come reagiresti se una persona a cui tieni molto si rivolgesse a te in modo davvero scortese e poi non parlasse più dell’accaduto, fingendo che non sia accaduto nulla? Certamente non staresti bene. Lo stesso vale per i tuoi figli. In questo modo rischiamo di costruire dei muri di incomprensione e rabbia.

L’aspetto fondamentale è quindi riparare ad ogni strappo nella relazione nel più breve tempo possibile, ripristinando un rapporto collaborativo e affettuoso. Riconciliarsi tempestivamente è responsabilità dei genitori.

Quindi possiamo dire che è sempre possibile riconciliarsi e ristabilire sintonia tra te e tuo figlio, così nel giro di poco tempo sarà in grado di comprendere le tue buone intenzioni e di ricevere il tuo amore e conforto.

 

4° messaggio di speranza:

NON è MAI TROPPO TARDI PER CAMBIARE IN POSITIVO

 

Arrivato a questo punto potresti essere consapevole che le strategie che più utilizzi non sono le più efficaci e anzi accrescono la frustrazione all’interno della famiglia, impedendoti di fatto di stare bene con i tuoi figli, perché finite per essere sempre alle prese con gli stessi comportamenti sbagliati da parte loro.

Se pensi questo, non perdere la speranza. Non è troppo tardi! Grazie alla neuroplasticità il cervello possiede incredibili capacità di cambiamento e adattamento in tutto il corso della vita. E’ possibile cambiare il proprio approccio educativo a qualunque età, tua e di tuo figlio. L’approccio che ti propongo non ti trasformerà in un genitore infallibile. Ti darà però una serie di principi e strategie che ti guideranno verso uno stile educativo che ti farà sentire intimamente soddisfatto. Potrai plasmare in modo positivo il cervello di tuo figlio favorendo lo sviluppo dell’intelligenza emotiva e di abilità decisionali efficaci, di rafforzare il tuo rapporto con lui e di aiutarlo a diventare un adulto consapevole.

Non sarai un genitore perfetto. Però puoi decidere di compiere dei passi in questa direzione e ad ogni passo farai dono ai tuoi figli del tuo crescente impegno per aiutarli ad essere felici e sani, ad avere una vita di successo in cui essere pienamente se stessi.

E tu caro genitore da quale messaggio di speranza ti senti più toccato? Lascia un messaggio qua sotto ?.

Buona vita!

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco