Che acqua beve la tua famiglia?

Se l’acqua, come dimostrato da Masaru Emoto, ha una coscienza noi cosa mettiamo ogni giorno nelle nostre tavole?

Molto spesso ci preoccupiamo delle proprietà chimiche dell’acqua che beviamo dimenticando che l’acqua è messaggera di frequenze energetiche che possono favorire il nostro benessere oppure contribuire al nostro malessere.


L’ACQUA HA UNA MEMORIA

Molti studiosi hanno approfondito la tematica della memoria dell’acqua, pensiamo ad esempio all’Omeopatia ma il Dr. Masaru Emoto, scienziato e ricercatore Giapponese, con le foto dei suoi cristalli dell’acqua ha reso comprensibile a tutti ciò che spesso è invisibile agli occhi.

Nel suo libro “I messaggi dall’acqua” (Hado Publishing, 2002) Emoto sostiene che l’acqua sia la risorsa fondamentale per tutte le forme di vita sul nostro pianeta e che la sua qualità e la sua integrità siano essenziali per la loro sopravvivenza.

Per giungere a tali conclusioni, il Dr. Emoto ha messo a punto una tecnica per esaminare al microscopio e fotografare i cristalli che si formano durante il congelamento di diversi tipi d’acqua: l’acqua di rubinetto di diverse città e quella proveniente da sorgenti, laghi, paludi, ghiacciai di varie parti del mondo.

Ebbe poi l’idea di esporre l’acqua alle vibrazioni di musica, di parole scritte, di parole pronunciate e finanche di pensieri.

Le immagini di seguito riportate mostrano come l’acqua sia quasi un nastro magnetico liquido, in grado di registrare in modo molto sensibile le informazioni energetiche che riceve dall’ambiente.

Acqua esposta a diversi tipi di musica

Fonte: Masaru Emoto
Fonte: Masaru Emoto

Acqua esposta a parole scritte

Fonte: Masaru Emoto

Acqua esposta a una preghiera

Fonte: Masaru Emoto

Anche tu inizierai a comprendere che se il nostro organismo è fatto principalmente di acqua anche le nostre cellule e i nostri organi risuonano dell’energia dell’acqua che consumiamo.

Se a tavola ci sono discussioni, litigi o emozioni di rabbia, paura, indifferenza l’acqua che berrai sarà portatrice di quel messaggio e non farà che alimentare quella frequenza energetica.

SIAMO CIÒ CHE BEVIAMO

Forse ti stari chiedendo “cosa posso fare?”

Puoi ad esempio aumentare l’energia.
Se ci sono discussioni, prima di bere ripulisci l’acqua da quelle memorie chiedendo scusa, benedicendola che letteralmente significa proprio “dire bene”.

Scrivi nella bottiglia parole come: amore, pace, coerenza e anche tu e i tuoi cari starete meglio.

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco